EVENTI

ANSPC presenta la XLIII GIORNATA del CREDITO, ABI-Palazzo Altieri- Roma 6 Ottobre 2011

A cura della redazione

06 Ottobre 2011

XLIII GIORNATA DEL CREDITO

“Il contributo della struttura finanziaria per la crescita dell’economia”

 

GIOVEDI’ 6 ottobre ORE 9:15

Sala della Clemenza – Palazzo Altieri

Piazza del Gesù 49 – Roma

 

Roma, 6 ottobre 2011 - Si è tenuta, in data odierna, la  XLIII Giornata del Credito, sul tema:            “Il contributo della struttura finanziaria per la crescita dell’economia”.

I lavori sono stati aperti dal Presidente dell'Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito,  Cav. Lav. Prof. Ercole P. Pellicanò, che ha sottolineato l’importanza, sempre crescente, che l’Associazione sta assumendo nel panorama economico nazionale.

Successivamente, è intervenuto Dott. Giancarlo Cremonesi, Presidente della Camera di Commercio di Roma, che ha patrocinato l'evento, evidenziando come le PMI, e la riscoperta della territorialità, siano elementi portanti dell’economia nazionale.

A seguire, si è sviluppata una tavola rotonda coordinata dal Dott. Paolo Messa, Direttore della Fondazione Formiche, che si è confrontata sulla relazione di base tenuta dal Dott. Daniele Franco, Direttore Centrale per la Ricerca Economica e le Relazioni Internazionali della Banca d’Italia.

Proprio quest’ultimo si è soffermato sulla situazione italiana all’interno della crisi economica internazionale.

“Il PIL resta quasi 5 punti sotto il livello pre-crisi. Le esportazioni forniscono il principale sostegno all’attività economica” Questo quanto dichiarato da Daniele Franco, fornendo una via di fuga dall’attuale situazione, in un’ottica di ripresa nazionale.

“E’ altresì vero che - continua il Dott. Franco - nel 2010 il miglioramento è stato superiore a quello programmato: l’indebitamento netto è sceso dal 5,4 al 4,6 % del PIL”.

Un segnale positivo, dunque, quello mandato dalla Banca d’Italia che evidenzia come la piccola industria italiana, soprattutto manifatturiera, sia, per dimensione, la seconda dell’Unione Europea e, parlando di progetti futuri, palesa la volontà di creare un ambiente economico più favorevole all’attività delle imprese e all’offerta di lavoro.

Attorno a questi concetti, si sono alternati quelli di ( in ordine di intervento):

Prof. Domenico Siniscalco, Presidente Assogestioni, che ha sottolineato quanto sia fondamentale la cooperazione tra diverse entità per il comune sviluppo del Paese.

Dott. Biagio Bossone, Consigliere Gruppo Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale, il quale si è soffermato sulla possibilità per le PMI di accedere ai finanziamenti e soprattutto al credito diretto.

Dott. Romualdo Massa Bernucci, Direttore del Dipartimento Mare Adriatico (Italia, Malta e Balcani Occidentali) della BEI, ha elencato le tipologie di intervento effettuate dal suo gruppo bancario per il sostegno economico delle PMI, soprattutto per l’area del Mediterraneo.

 

 

 

 

 

Dott. Paolo Garonna, Direttore Generale ANIA, ha parlato di come la finanza stia subendo una forte evoluzione passando da finanza pubblica a privata, da breve a lungo e medio periodo. Ciò è necessario in quanto la finanza deve andare verso nuove frontiere.

Dott. Giampaolo Galli, Direttore Generale Confindustria, ha sottolineato l’importanza delle PMI puntando soprattutto sulla centralità nel tessuto imprenditoriale nazionale.

Dott. Giovanni Sabatini, Direttore Generale ABI, si è soffermato sull’attuale situazione italiana dopo il recente declassamento subito da parte di moody’s, lanciando comunque un messaggio positivo  di una ripresa futura.

 

In chiusura, il Presidente Cav. Lav. Prof. Ercole P. Pellicanò, seguendo quanto fatto in apertura dal Prof. Gerardo Bianco, ha commemorato il Sen. Giuseppe Pella, primo presidente dell’ANSPC, nobile ed integerrima figura di italiano.