ARTICOLI

Pmi.Bevilacqua crisi e burocrazia creano rischio incalcolabile

redazione

14 Febbraio 2014

Pmi.Bevilacqua crisi e burocrazia creano rischio incalcolabile, 
si a fondi garanzia misti e progressività invertita contro delocalizzazione 

Roma, 14 feb. (Adnkronos) - "La burocrazia, che crea una vera e propria palude per le start up e la crisi economica, che rende idee brillanti fragili di fronte ad una domanda asfittica". E' questo "che crea un rischio non calcolabile ed è l'anello mancante tra chi dispone di capitale e chi vuole iniziare un'attività imprenditoriale". Lo evidenzia Nunzio Bevilacqua, giurista esperto di economia, intervenuto stamattina a Caffè Affari su ClassCnbc.

"Il problema - continua il giurista - non risiede tanto nella crisi di liquidità quanto piuttosto nella priorità che si vuol dare agli impieghi. Credo che le forme 'alternative' di finanziamento alle imprese, si debbano considerare 'additive' ad un mercato del credito ordinario che deve ripartire con il lavoro congiunto dello Stato". Per questo, secondo Bevilacqua, è positiva la prospettiva di "fondi di garanzia misti che consentano, con uno stanziamento modesto, una notevole leva per l'erogazione di nuovo credito".

Una situazione alla quale si aggiunge "la più insidiosa concorrenza e cioè quella dei paesi intra Ue". Secondo l'esperto, "non si può pensare di evitare la delocalizzazione produttiva per beni low price, attratti dall'area estremo orientale, mentre invece è possibile contrastare quella dei beni di medio-alta gamma attraverso un nuovo sistema fiscale della produzione dove, a fronte di un aumento produttivo, vi sia una sorta di progressività invertita" . Un sistema, che vedrebbe "decrescere l'aliquota a fronte di un aumento del fatturato". In questo modo, conclude: "ad un aumento delle entrate in termini assoluti, si andrebbe ad incentivare la produzione e ad abbattere una certa tipologia di evasione".