ARTICOLI

Bevilacqua ad Omnibus, 'questione settentrionale' sottostimata

Redazione

09 Febbraio 2014

 

L'esperto economico, si assiste in maniera omissiva a desertificazione produttiva di aree di eccellenza.

 

Roma, 9 feb. (Adnkronos)- "Oggi si avverte una 'questione settentrionale' ancora più rischiosa di quella che è stata la meridionale, secondo Nunzio Bevilacqua, giurista esperto economico, intervenuto oggi a Omnibus su La7. Mentre per la questione meridionale, osserva, "si è provato, con più o meno condivisibili interventi, a fare qualcosa, per non solo il Nord-Est ma oggi anche per il Nord-Ovest, si assiste in maniera omissiva alla desertificazione produttiva di aree di eccellenza, portatrici di gettito fiscale e lavoro, nella convinzione anacronistica di una ricchezza che, purtroppo, non c'è più". Parlare solo di export, "quando gran parte delle Pmi non possono percorrere questa strada", per Bevilacqua significa "affrontare un qualcosa di importante ma, sul breve, per pochi, mentre il 'contatore' delle chiusure aziendali continua ad incedere ogni giorno, ricordandoci, inoltre, che la salute di un Paese si vede innanzitutto dal proprio mercato interno".