ARTICOLI

UE. BEVILACQUA: L'AZZARDO CHE GONFIA LA BOLLA SPECULATIVA

Avv Nunzio Bevilacqua

13 Maggio 2013

 

(DIRE) Roma, 13 mag. - "L'Unione Bancaria Europea non puo' realizzarsi in modo stabile se non attuando, dopo una prima fase preliminare, le dovute modifiche del Trattato ed il punto, tutto politico e molto pratico, e' persuadere la Germania di una effettiva convenienza da parte sua". Cosi' l'avv. Nunzio Bevilacqua del Direttivo Associazione per lo Studio dei Problemi del Credito. Prosegue Bevilacqua: "Mentre si continua a discutere di quale sia l'utilita' dei singoli Stati e mai dell'Unione in quanto tale, la voglia di rischio, immemore delle recenti catastrofi socio-economiche, sta pervadendo un sistema finanziario che oggi si trova inondato da una liquidita' che non 'bagna' minimamente l'economia reale, portando ad uno scollamento dei rendimenti rispetto ai fondamentali economici". E conclude: "Si sta creando la 'tempesta perfetta' nella quale la voglia di azzardo si trova ad essere alimentata da politiche espansive egoistiche, non osteggiate nelle sedi internazionali, che stanno gonfiando una bolla speculativa destinata a far i maggior danni proprio in Europa".